Archivio mensile:maggio 2009

A quale somigli?

Standard
Metti 9 fratelli, metti i difetti di 9 fratelli, i vizi, i pregi, le abitudini…
Metti che l’unione di chi fa da sè fa per tre fa la forza.
Metti che finalmente i 9 fratelli si organizzano per un obiettivo comune: prendersi in giro e ridere di se stessi.
Nasce così il test "A quale N***** assomigli", dopo tre giorni trascorsi tra profili da costruire, battute sagaci e "liti" improbabili!

Unica avvertenza: può causare un attacco di risate inarrestabili! (Paola)

Unica avvertenza: può causare un attacco di risate inarrestabili!

GIOVANNI

Giovanni_directory

"Toglietemi tutto ma non il wi-fi". Pantofolaio per eccellenza, prima di fare una cosa valuti bene se c’è qualcun altro che può farla al posto tuo. Sei un buon organizzatore, non per niente il tuo posto è sempre in regia. Ti tieni informato su tutto e hai sempre da dire la tua. A parole sei un grande uomo, ma non ti piace essere scomodato per cose che non ti interessano. Hai molte ambizioni, il tuo motto? "Purchè se ne parli!"


ANGELO

Angelo_directory

Sei unico nel tuo genere.. e meno male! Riesci ad essere la persona giusta al momento giusto e te ne vanti! Sai trovare un punto di incontro tra le tue esigenze e quelle degli altri. Sei un buon osservatore: riesci a cogliere tutti i dettagli. Creativo, pieno di idee e intraprendente, sei uno spirito libero. Hai fatto dei tuoi studi uno stile di vita: tratti le persone come animali!


PAOLA

Paola_directory

La tuttologa per eccellenza, peccato per i modi che rendono improponibili le tue affermazioni. Pretendi ordine e disciplina dal mondo che ti circonda ma tu stessa sei l’unica eccezione concessa alla tua regola. Non hai mai dimostrato l’età che hai, sognatrice, capuzzella, "strudusa" ma soprattutto idealista e autoironica. Sei tutto e il contrario di tutto e a confronto con te Narciso era un dilettante. Inutile dire che hai sempre ragione e solo i tuoi studi sono utili per la società.


EMMANUEL

Emmanuel_directory

Alias "Pensatore". Da quando hai incontrato la filosofia la tua vita (e quella degli altri) non è più la stessa. Apprezzi i piaceri della tavola e se non mangi sei al computer o al telefono con l’amico di sempre (ciao Marcome’). Quando ti metti in testa una cosa non parli d’altro e se non riesci a convincere, sei bravo a confondere. Cerchi sempre di muovere tutto a tuo favore. Grande comunicatore, PR per antonomasia, ma soprattutto giocherellone.


KURI

Kuri_directory

Il pericolo è il tuo mestiere: lo conosci bene, ma solo per evitarlo. Non esci mai senza il kit per ogni evenienza. Ami la stabilità anche nei rapporti con le persone tant’è che hai fatto programmi per i prossimi vent’anni. Sei molto permalosa e per questo sei il bersaglio preferito delle battute dei tuoi fratelli. Ti fai i film in testa e arrivi inspiegabilmente a conclusioni affrettate. Non hai un buon rapporto con la tecnologia e ultimamente sei in crisi persino con il tuo fidanzato: vi sentite solo settanta volte al giorno.


ESTER

Ester_directory

Detta anche "Pino Solitario": stai spesso per conto tuo e sei di poche parole ma buone e pungenti. I libri sono la tua passione, assieme a carta, penna e piccì. Particolarmente cocciuta, devi avere sempre l’ultima parola. La tua filosofia è "minimo lavoro e minimo sforzo". Profondamente pacifica, vai d’accordo con tutto l’universo, non c’è niente che ti smuova tranne che tua sorella Paola, l’unica in grado di farti perdere le staffe. Troppo riflessiva e introversa, vieni fuori solo con la giusta compagnia.


DAVIDE

Davide_directory

Così alto che stai sempre con la testa fra le nuvole. Amante del fai-da-te non ti accontenti di destinare le cose al loro consueto utilizzo. Pozzo senza fondo, tu mangi e gli altri ingrassano. Sembri un messicano, sei alto come un watusso e fumi come un turco, anzi due. Passi le giornate a studiare il modo per non studiare e i professori entusiasti hanno chiesto il bis! Non sai com’è una sveglia perchè non l’hai mai sentita. In compenso lo scooter per te non ha segreti.


NOEMI

Noemi_directory

Ingenua e sensibile, ma tanto determinata. Fastidiosamente lunatica e flashata, non c’è cosa che non venga analizzata dalla tua testolina fino alla paranoia (a proposito, tanti auguri per il tuo 6000simo giorno di vita!!!). Alterni momenti di esuberante euforia ad altri di assoluta quiete e asocialità. Il tuo habitat naturale è la tua camera in perenne disordine. Sei la musicista di casa ma mai nessuno ti ha sentito suonare. Studiosa fino allo sdegno e sempre insoddisfatta, ogni tanto ti inceppi e vai in tilt (stiamo ancora cercando il tasto reset).


RUGGERO

Ruggero_directory


L’informatica è la tua passione. Passi le tue giornate nei forum a cercare trucchi per videogiochi, così come cerchi scappatoie nello studio e nella vita. Sei testardo, ma guai a dirtelo! Socievole, simpatico, ma anche troppo saputello, devi solo capire qundo è il caso di abbassare la "cresta". Tra tutti i nove figli sei il più vanitoso e il più "sconza iocu". Si è perso il conto dei tuoi soprannomi, ma il migliore resta Bastiano.
Annunci

Standard
"Ma i contrattempi sono messi lì apposta, quasi ti sfidano a risolverli.."

Ecco, appunto. Ho provato a scrivere questo post già due o tre volte, forse anche di più. Tutto quello che è venuto fuori è andato perduto. Contrattempi.

Standard
Ci sono cose che vanno scritte su carta e poi, se riescono, possono anche essere spostate altrove. Nelle pagine virtuali, ad esempio.
Leggo parole bellissime e non so che farmene. Le contemplo, anche, e mi chiedo a che serve. Cerco di vivere giorno per giorno quello che ogni giorno ha da offrirmi. Cerco di studiare e non perdere il mio tempo. Come se domani dovesse finire tutto, e magari succede davvero.
Mentre tutto scorre.
Ho un grande futuro davanti e tutto quel che ho da fare è costruirmelo. E credo che finchè avrò materiale a sufficienza, avrò di che lavorare.

studiando

Standard

"L’imperatore Carlo V diceva che una persona ben educata parla in spagnolo con Dio, in francese con gli amici, in tedesco con il nemico e in italiano con le donne. Ma se conoscesse il russo, troverebbe in esso la sontuosità della lingua spagnola, la vivacità del francese, la forza del tedesco, la dolcezza dell’italiano, la laconicità e l’espressività del greco e del latino."

E io sono pure pienamente d’accordo.

summer time

Standard
Questa volta scrivo perchè sto bene dentro e non mi sembra normale. Di solito mi sento un po’ malinconica o assillata e lì vengon fuori i migliori post del mondo (in quanto a delirio s’intende). Questa volta, dico, mi sento felice di una felicità immensa. E perchè? Perchè mi sento in pace con il mondo, perchè piano piano studio tutto quello che ho da studiare, perchè le cose si stanno appianando anche da sole e io mi ritrovo come ogni anno ad assistere sempre più meravigliata a questo spettacolo.
Ormai è proprio arrivata l’estate. Lo si capisce dall’accecante luce del sole (che ho capito essere il mio primo elemento), dal necessarissimo bisogno di un po’ di frescura sotto l’ombra di un albero, dall’odore dei praterelli in giro per la città e da quello di bruciato delle sterpaglie. Tutto l’inverno immagino sempre queste cose e quando arrivano non mi sembra vero. Il mare mi basta anche solo sullo sfondo, ma se poi giunge all’olfatto quel lieve profumo di sale è finita. Così mi tengo ben lontana dalla costa finchè posso.
Giovedì si comincia con il primo esame di una serie piuttosto lunga. Inutile dire quale sia l’obiettivo.
A dire il vero quello che mi preme di più è fare subito i primi tre per potermi dedicare alla letteratura russa che senza dubbio mi assorbirà completamente. Dostoevskij e Turgenev in pole position ma c’è spazio per tutti.
Questa è la mia faccia shockata (scritta questa parola non sembra lei) di ieri sera in un dialogo del tipo:

– Cerco la copertina del mio libro preferito
– Qual è? [e in testa nel giro di un secondo: "Sicuro non lo conosco, o magari l’ho letto anch’io, qualcosa mi dice che non lo conosco, o forse sì, curiosità curiosità curiosità]
– Cent’anni di solitudine
– Scherzi? [occhi sgranati, bocca aperta, apnea istantanea, immediata ripresa]

Le credevo estinte le persone così!