Archivio mensile:febbraio 2007

un cassetto pieno di musica

Standard
Sento solo freddo. Vista La Traviata, ma questa volta è stato davvero pesante. Povera Violetta, però non finiva più.
Oggi termina febbraio con una giornata che io definirei "boh", e chissà cos’altro deve accadere.
Fisica e storia mi attendono impazienti e non mi farò aspettare troppo, ma devo comunicare ancora una volta un utile consiglio per l’avvenire: attenzione quando dite che un cappotto è color bianco sporco, qualcuno potrebbe offendersi.

Standard
Vivo ogni genere di paradosso. Non so come uscirne, anche se mi hanno detto di andare a bussare. Io non sono così determinata, ma c’è qualcosa, per ora, che mi costringe ad esserlo.
A Mosca, oggi, ci sono -9°.

report

Standard
Domani non vado a scuola, lunedì vacanza, martedì compito di latino ma usciamo prima per andare a vedere La Traviata al Teatro Massimo di Palermo, mercoledì due interrogazioni, giovedì un’altra, venerdì arriverà il supplente di scienze per gli ultimi due giorni del trimestre, sabato replay di matematica, ancora qualche interrogazione e poi vissero tutti felici e contenti.
Nel frattempo non devo dimenticare di provvedere per il passaporto (e tutte le foto che mi faranno rifare un milione di volte), di andare a scuola guida e ogni tanto anche respirare.
E queste non sono priorità.

poison

Standard
La buona notizia di oggi è.. Ehm, no, forse deve ancora arrivare. Va be’, posso assicurare che per qualche giorno ad aprile non potrò sfogare i miei prossimi deliri [perchè ce ne saranno, ci gioco il governo.. no, già fatto (giusto il tempo per cambiare gli esami, eh?!), mi ci gioco qualcos’altro, magari ci penso dopo] dico, non potrò sfogare i miei prossimi deliri causa – sì, udite, udite -, causa Mosca. Questa sarebbe una buona notizia, se solo lo fosse.
Ora posso riprendere a studiare.
Anzi no: prima devo, devo, far sapere una cosa che potrebbe essere sfuggita a qualcuno. Cioè che non basta cliccare su invisibile per sparire dalla circolazione.
N.B.: sono preziosissimi consigli per l’avvenire, fatene buon uso.
Detto questo, posso studiare in pace, senza il minimo di concentrazione e con il veleno sempre pronto. Oggi guai a chi provoca.

viscido

Standard
Ma che delusioni quest’oggi.. Prodi s’è pure dimesso, per non ostacolare la giornata piuttosto brutta. Ci sono rimasta male per tante cose, in compenso però rido alle spalle di quel poverino che ogni giorno mi tiene la porta per farmi passare..
Ma adesso non ho capito perchè le cose mi debbano andare per forza male o assolutamente bene. Io mi accontento anche di così così, eh, mi basterebbe una giornata veramente normale. Non se ne può più, lo posso dire per l’ennesima volta.
Mi fido di te. E meno male, almeno lui.
Ci sono cose che fanno la differenza.

two

Standard
Si vede che ho altro per la testa. Cinque giorni fa il blog ha fatto un nuovo compleanno.. Perdo  colpi da qualche parte.
E’ stato un tavolino per qualche caffè, un posto da cui lanciare segnali di fumo e anche segnali contro il fumo.
Ultimamente funziona meglio in privato, nel senso che ogni volta che accedo sono sorpresa e dopo aver letto certi messaggi mi metto a ridere e penso che vista così la vita è bella. Allora anche se non avrei proprio nulla da scrivere, magari butto giù qualche parola..
In due anni non è cambiato affato l’odio verso S.Valentino, il resto è del tutto trasformato.
Cresce questo spazio di me che non ha nulla di vero, ma anche tutto. Un romanzo
frutto di realtà e a volte di qualche desiderio o semplicemente fantasia. Tanto per migliorare l’atmosfera.
Continuerà così, ma so che con il tempo mancherà il tempo. Oggi no.