Archivio mensile:maggio 2006

così va bene?

Standard

Quando faccio le cose con tutta questa calma, così lentamente, c’è qualcosa che non va.
In questi giorni sono stata esuberante, attiva, tranquilla, perfino i miei capelli si sono convertiti al mosso, quasi a volersi adattare al mio strano carattere. Poi un vuoto dentro. E tanta voglia di leggere e studiare, di riempirmi di parole e nozioni, pur di colmare me stessa con qualcosa.
Mi torna la stessa voglia attiva dell’anno scorso: di non starmene con le mani in mano, appena cominciano le vacanze estive, ma trovare qualcosa da fare, tenermi impegnata.
Sentimenti che diventano risentimento, simile al rovesciamento dell’
amore
in odio. Spero sia solo questo, spero sia solo la fine dell’anno scolastico, solo il mal di testa per il fresco, spero passi in fretta.

Annunci

dovresti stupirmi

Standard
Mi si insinua nella testa un pensiero che ha deciso di alloggiare in qualche bivio del mio labirinto e forse non trova la via d’uscita.
Finalmente studio davvero, però ogni tanto mi blocco per cercare di aiutare il pensiero a evadere e fuggire via per sempre. So che è impossibile, e in effetti il per sempre mi fa paura. Ma mi chiedo come sarà tra tanti anni, quando tutto sarà davvero solo passato e ripenserò a quello che è stato e riderò o piangerò nel ricordare. Mi chiedo dove sarò tra cinque anni, chi sarò tra dieci anni, che fine avranno fatto tutti i diari e le agende, il blog, gli appunti, i ricordi.
Se il passato lo so a memoria e il futuro è un mistero, il presente è quello che mi preoccupa. Non c’è un bivio, non c’è da prendere nessuna scelta, c’è solo da seguire un sentiero che non so dove mi porta nè dove è cominciato.
E in questi giorni fa un caldo che si evapora insieme alle idee; e mentre tutto ha inizio, tutto finisce.