Archivio mensile:marzo 2006

Standard
L’unica cosa positiva di tutta questa faccenda è che domani è il primo aprile e, per fortuna, non ho perso l’abitudine di organizzare con *ari* qualche piccolo, innocente, banale scherzetto per rianimare quei morti di compagni, ché alcuni non so nemmeno se respirano.
La cosa negativa è che non so come si sistemeranno le cose. Forse perchè non ho voglia di sistemarle. Ho voglia di stravolgerle.

Standard
Non so che fare. Non so nemmeno se mi trovo a un bivio o se ho già scelto da tempo un sentiero un po’ scomodo. Quello che è certo è che non posso fare a meno di stare distante e non pensarci. Ma non posso scappare. I problemi si affrontano.

appuntamento col destino

Standard
Un coraggio mai visto prima. Una serie di eventi e circostanze per cui ho corso, senza fretta, e che poi mi hanno lasciata ferma a pensare. Qualche parola messa in fila per mantenere alta la dignità e la testa.
Manca l’ultimo trimestre per terminare un viaggio che non finirà mai. C’è bisogno di pazienza e forza, per non lasciare che tutto scivoli via. E si deve tener conto di Roma o Firenze per quattro o cinque giorni.
Non un pugno di mosche, però c’è sempre qualcosa che sfugge. Vacanze su vacanze, studio su studio e voti su voti. Qualcosa manca davvero.

Ah, sì.. la vita.