Archivio mensile:gennaio 2006

libertà di scegliere

Standard
Un uomo va a comprare delle sigarette e si vede porgere un pacchetto con su scritto: "Il fumo causa impotenza".
Ci pensa un po’ su e dice al tabaccaio: "Senta, mi dia quelle che provocano il cancro!".

Non vorrebbe fare ridere, ma è accaduto veramente..

Standard

Ho cominciato l’anno nuovo con un puzzle. Proprio quest’immagine. Un puzzle di milleotto pezzi. Mia madre ebbe la trovata di comprarlo in vista delle vacanze natalizie, per evitare di perdere tempo con carte e soldi. Una buona trovata.
C’è voluto un giorno intero per completarlo, con la collaborazione di almeno otto mani per volta. Abbiamo fatto dei turni, senza volerlo, dandoci il cambio quando non se ne poteva più. È stato un modo simpatico di stare in famiglia, insieme a zii e cugini, quelli più piccoli che non capivano il nostro impegno tra tutte quelle tessere colorate e prive di senso. Eppure, ognuna di quelle tessere prive di senso è un pezzo fondamentale di quel puzzle, non se ne può fare a meno perché dia un’immagine completa.
Ci ho pensato, ho cercato di trovare un significato al puzzle che farò tutto l’anno, visto che ne ho fatto uno il primo gennaio. Quest’anno metto ordine come è stato per quelle tessere. In parte ho cominciato già da mesi, ma questo evento è di buon auspicio per tenere sempre a mente il proposito. Faccio ordine tra i pensieri, prima di tutto. Continuo con lo studio, con gli amici, con gli impegni. Anche col blog, credo. Non ci sono pezzi da scartare, di tutto quello che è la mia vita, è necessario solo trovare il posto giusto a ogni cosa. Ed è un lavoro che se viene fatto con l’aiuto di altri, riesce più in fretta.

quando sarà il mio turno?

Standard

Secondo la teoria di Darwin, l’evoluzione ha seguito un corso paragonabile all’azione del vento, per miliardi di anni, sul Monte Rushmore. I quattro presidenti Washington, Jefferson, Roosvelt e Lincoln potrebbero quindi ringraziare l’erosione per aver immortalato i loro volti. Immortalati, almeno, finché non se ne creeranno di nuovi, s’intende.